OPERAZIONE PARCO ROBINSON

- scarica la Presentazione in .pdf - scarica la planimetria in .pdf -


L’operazione di recupero del “PARCO ROBINSON” situato a monte dello sferisterio comunale doglianese, è un progetto iniziato il 15 aprile 2007, a cui hanno partecipato alcune delle ventitré squadre di gruppi intervenuti alla terza edizione di Langa Pulita,. Il “Parco Robinson” è stato oggetto di un lascito al Comune di Dogliani avvenuto in data 21 agosto 1972 da parte della doglianese Peisino Albertina. Intenzione della donante, ed accettata dal Consiglio comunale del Comune di Dogliani con delibera n. 58 del 27 giugno 1973, fu di destinare tale stabile a scopo di istruzione e di educazione per i bambini di Dogliani e più precisamente a “Parco Giochi Robinson” e parco divertimenti.

La collocazione catastale è al foglio n. 7 del Comune di Dogliani particelle n. 60 – 125 - 126 per una superficie totale di ha. 0.56.86.
È quindi doveroso, non solo in nome del ricordo della defunta doglianese, procedere in questo senso, per il recupero di questo patrimonio e per un possibilità futura in più di svago per tutti a contatto con la natura e per di più nelle immediate vicinanze del paese. Un’operazione molto sentita da tutti i volontari del gruppo doglianese di Protezione Civile e che ha previsto, come primo grande intervento, la ripulitura della boscaglia, liberando dai rovi gli abeti e le piante secolari.

Con regolarita’ i volontari hanno proseguito con i lavori nel bosco fino ad arrivare a fine giugno 2008 quando, con l’aiuto di un paio di gruppi esterni, si è creato all’interno del parco un sentiero, realizzato con interventi di ingegneria naturalistica. Dopo il sentiero, finalmente l’inizio delle fasi di ristrutturazione del piccolo “ciabot” all’ingresso del parco, operazioni che hanno avuto inizio nel 2008 e che attualmente stanno assorbendo le energie di un bel gruppo di nostri volontari, impegnati in: rifacimento della sottomuratura, delle solette, doppia muratura interna, tetto, scrostatura, serramenti, impianti elettrici ed idraulici, pavimentazioni, sistemazione cortile.

Nell’esigenza di risparmiare fondi comunali, gli interventi sono eseguiti con la manodopera dei volontari stessi, ma anche con richiesta di supporto finanziario da Enti, Fondazioni e imprese doglianesi. Questo è il grande obiettivo che si prefiggono di raggiungere tutti i componenti del Gruppo Comunale di Volontari di Protezione Civile, un grande gruppo, una grande squadra ! Grazie in anticipo ai volontari e a chi vorrà darci sostegno per la realizzazione di questo nostro sogno.

Il coordinatore del Gruppo
Attilio Pecchenino

COMUNE DI DOGLIANI
PROV. di CUNEO
UFFICIO TECNICO COMUNALE

LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE E RIQUALIFICAZIONE DEL “PARCO ROBINSON”
RELAZIONE TECNICA SULLO STATO DI FATTO E SUGLI INTERVENTI PREVISTI STATO DI FATTO

Il fabbricato oggetto dell’intervento è ubicato nel Comune di Dogliani al Foglio n. 7 mappale n. 125 ed ha le seguenti caratteristiche:

• dimensioni: struttura a base quadrata di mt 3,75 x 3,77 - altezza sotto gronda lato monte mt 4,60, altezza sottogronda lato valle mt 5,00

• il fabbricato è disposto su due piani comunicanti tra essi mediante scala esterna in muratura con pedate in pietra e soprastante tettoia in lamiera.

• La struttura è costituita da 6 pilastri portanti in mattoni pieni (dim. Cm 25 x 25) e da muri di tamponamento (spess. cm 12) anch’essi in mattoni pieni. Esternamente la struttura si presenta intonacata e dipinta, mentre all’interno i mattoni sono a vista.

• Il solaio intermedio è stato realizzato con tavolato in legno poggiante su tre travi anch’esse in legno. Attualmente è parzialmente sfondato.

• In tetto, anch’esso con struttura in legno, è a quattro falde con copertura in coppi; attualmente circa la metà della superficie coperta risulta essere sfondata.

• In entrambi i piani sono presenti nr 1 porta di accesso e nr 1 finestra

• Il cornicione sottogronda è stato realizzato utilizzando mattoni pieni sagomati. • Non sono presenti servizi ed impianti di alcun genere

• Il sottoscala è tamponato da muratura ricavandone così un piccolo vano adibito a sgabuzzino o ricovero piccoli attrezzi

• Nella parte a monte del fabbricato e staccato di circa mt 1,5 dallo stesso, è presente un muro avente lunghezza pari a mt 13,00 ed altezza a mt 1,20, realizzato con pietra di Langa posate a secco che però in alcuni punti presenta già segni di spanciamento e di cedimento.

• Vicino al fabbricato è presente anche un vecchio pozzo in muratura e con copertura in coppi anche se attualmente quest’ultima è parzialmente demolita.

IPOTESI PROGETTUALI

Da sopralluogo effettuato e da un primo studio massimale si ipotizzano le seguenti lavorazioni:

OPERE EDILI

DEMOLIZIONI
  1.  demolizione di pavimento al piano terreno mq  12,5 con scavo (spess. cm 50) per realizzazione di pavimentazione ventilata
  2. demolizione di solaio in legno tra piano terra e primo piano
  3. demolizione del tetto
  4. spicconatura  dell’intonaco esterno e pulizia del muro
  5. rimozione di nr 3 porte e nr 2 finestre
  6. rimozione della ringhiera e della tettoia sulla scala

si ipotizza un costo totale per le demolizioni pari ad Euro 1.500,00

COSTRUZIONI

1. realizzazione di pavimento al piano terreno

    1. getto di sottofondo in cls spess. cm 15
    2. realizzazione di trave perimetrale di fondazione con possibilità di sottomurazione
    3. fornitura e posa di igloo
    4. getto di caldana collaborante
    5. esecuzione di sottofondo per pavimento
    6. fornitura e posa di pavimento in cotto

2. realizzazione di muro perimetrale interno atto a consolidare le murature esistenti e necessario a sopportare il trave di coronamento del tetto e del solaio intermedio. Si prevede l’operazione di cuci-scuci con il muro esistente;

3. fornitura e posa di materiale isolante nel muro perimetrale

4. realizzazione di solaio in legno

    1. fornitura e posa di nr 3 travi in legno
    2. fornitura e posa di tavolato in legno spess. cm 6
    3. fornitura e posa di strato di materiale isolante spess. cm 5
    4. fornitura e posa di tavole in legno d’abete spess. cm 1,5 (perline)

5. realizzazione di tetto in legno

    1. realizzazione di trave in cls di collegamento
    2. fornitura e posa di capriata in legno
    3. fornitura e posa di tavolato di tamponamento sotto coppo
    4. fornitura e posa di orditura primaria e secondaria
    5. fornitura e posa di materassino di lana di vetro isolante
    6. fornitura e posa di coppi

6. inserimento di nr 5 falsi-telai per porte e finestre

7. intonacatura delle pareti interne

8. tinteggiatura delle pareti interne

9. pulizia e stuccatura della scala esterna

10. rifacimento tetto del pozzo

11. intervento di consolidamento con il metodo cuci/scuci del muretto esterno

si ipotizza un costo totale per le costruzioni pari ad Euro 10.750,00

IMPIANTO ELETTRICO

Si dovrà pensare al rifacimento completo dell'impianto, ipotizzando la realizzazione di nuove linee, l’inserimento di prese a muro, l’inserimento di 2 punti luce interni ed 1 esterno con relativi corpi illuminanti, l’inserimento di nuovo quadro elettrico. Sarà necessario un nuovo allaccio Enel con relativa linea interrata di adduzione.

si ipotizza un costo totale di Euro 2.500,00 comprensivi della progettazione e del nuovo allaccio Enel.

IMPIANTO IDRICO SANITARIO

Si prevede la realizzazione di linea di adduzione dell’acqua  (ml 30 circa) e la realizzazione di linea fognaria (ml 20 circa). È previsto altresì l’inserimento di lavandino al piano terreno. Verranno realizzate le predisposizioni per eventuali futuri servizi igienici ed attacchi idrici al piano primo.

Si ipotizza un costo totale per la realizzazione pari ad Euro 1.200,00

OPERE DA FALEGNAME

Sono state ipotizzate le seguenti opere:

  1. installazione di nr. 2 finestre in legno con vetri doppia camera;
  2. installazione di n. 3 porte d'ingresso nuove in legno con inserti in vetro;
  3. installazione di nr 2 davanzali su finestre  interne
Il costo complessivo viene stimato in Euro  3.500,00

OPERE DA FABBRO

Fornitura e posa in opera lungo la scala di accesso al primo piano di ringhiera metallica zincata e preverniciata (ml 5,5)

Il costo complessivo viene stimato in Euro  440,00

 

OPERE DI INGEGNERIA NATURALISTICA

Si prevede la realizzazione di sentieri attrezzati con mancorrenti e parapetti  in legno lungo i percorsi.
Si ipotizza un costo complessivo di Euro 5.000,00. Si vuol far presente che tutte le lavorazioni verranno eseguite dal gruppo volontario di Protezione Civile di Dogliani e che lo stesso si impegnerà a recuperare i materiali e le forniture necessarie alla ristrutturazione in modo gratuito da fornitori locali. Le spese che il Comune di Dogliani dovrà sostenere sono rispettivamente l’allaccio all’Enel e l’allaccio all’acquedotto.

Opere edili..................................................................
Euro 12.250,00
Impianto elettrico.......................................................
Euro 2.500,00
Opere da falegname................................................
Euro 3.500,00
Impianto idrico-sanitario..........................................
Euro 1.200,00
Opere di ingegneria naturalistica..........................
Euro 5.000,00
Opere da fabbro........................................................
Euro 440,00
Iva................................................................................
Euro 5.000,00
TOTALE
Euro 30.140,00

Dogliani, 02 febbraio 2007

IL TECNICO COMUNALE

 

 

 

torna su